Limite d’uso ai contanti: nuove soglie su versamenti e prelievi

Avere un conto corrente è sicuramente una comodità anche perché evita di tenere molto contante liquido. Il limite d’uso ai contanti, negli ultimi anni, è stato un argomento molto discusso tant’è che l’attuale normativa vieta l’utilizzo dei contanti per importi superiori ai 3.000€ (quindi, in questi casi bisogna utilizzare il bonifico bancario, l’assegno piuttosto che la carta di credito o debito).

Il vero motivo di tutto ciò è da ricercare a livello fiscale: sono, così, facilitati i controlli fiscali al fine di evitare l’evasione; dal link è possibile vedere le varie fattispecie che ne sono interessate.

Continua a leggere

Compilare un assegno bancario: come fare

Nonostante esistano strumenti di pagamento sempre più evoluti (bonifici online e pagamenti contactless solo per citarne due), l’assegno bancario è ancora oggi un mezzo piuttosto diffuso per trasferire dei fondi. Ecco perché, con questo articolo, voglio spiegarti come compilare un assegno senza errori e, soprattutto, senza conseguenze spiacevoli.

Continua a leggere

Bonifico online: tutto ciò che devi sapere

Oggi ti voglio parlare di uno dei metodi di pagamento più classici ma al contempo in continua evoluzione del mondo bancario e postale: il bonifico online. In questo articolo ti spiegherò che cosa è il bonifico online, le differenze con la sua controparte cartacea, come fare un bonifico online e altre informazioni utili che ti permetteranno di capire a fondo questo strumento.

Continua a leggere

PSD2: che cosa cambia per noi risparmiatori?

Avrai certamente ricevuto di recente una comunicazione da parte della tua banca che parla di PSD2. Sono convinto che, dopo aver visto la corposità del documento, avrai rinunciato a leggere pagine e pagine di modifiche contrattuali. Con questo articolo voglio riassumerti le novità principali della nuova normativa.

Continua a leggere

FITD: quanto sono al sicuro i miei risparmi?

Se hai letto le FAQ sul conto corrente e sul conto deposito, avrai certamente capito che questi due strumenti di risparmio e di gestione delle spese quotidiane sono a basso rischio. Ciò è vero perché esiste un meccanismo che protegge i depositanti come te e me. Sto parlando del FITD, vale a dire il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Scopriamo assieme cosa è e come funziona.

Continua a leggere