in Approfondimenti, Carte di Pagamento

Condividi la passione per il banking!

Lo leggi in soli 2 minuti

Hai appena ottenuto la tua prima carta di credito, stai per fare finalmente il tuo primo acquisto online quando, dopo aver digitato tutti i dati, il sito ti chiede di inserire il codice CVV carta di credito.

“Cosa è questo CVV?” ti starai domandando. Nulla di strano, tranquillo! Con questo articolo, ti spiego cosa è il CVV, dove trovarlo e a cosa serve, oltre che raccontarti alcune curiosità e strategie per fare acquisti online senza pensieri.

CVV Carta di Credito: alcune definizioni

Innanzitutto, è bene sapere che esistono diversi nomi per indicare il CVV carta di credito. In sostanza, si tratta di definizioni diverse ma che indicano la stessa cosa. Per completezza, ti riporto le differenti diciture che potresti trovare in giro per il web, suddivise per l’emittente della carta:

  • CID (Card IDentification number/code): Discover e American Express;
  • CSC (Card Security Code): American Express;
  • CVC (Card Validation Code): Mastercard;
  • CVD (Card Verification Data): Discover;
  • CVV (Card Verification Value): Visa

Che cos’è il CVV Carta di Credito?

Il CVV altro non è che un codice di 3 cifre (per American Express le cifre sono 4) stampato sulla carta di credito fisica. Da alcuni anni ormai, vista la diffusione dello shopping online, tale codice è presente anche sulle carte di debito e sulle carte prepagate (Postepay per intenderci).

Dove trovo questo codice?

Il CVV lo trovi facilmente: per la maggior parte delle carte, lo trovi sul retro della stessa, di fianco allo spazio per la firma, come puoi vedere nell’immagine.

Attribution: Airodyssey

Per quanto riguarda invece American Express, trovi il CID di 4 cifre sul fronte della carta.

Attribution: Airodyssey

A cosa serve il CVV Carta di Credito?

Il CVV è nato sul finire degli anni ’90, quando iniziavano a comparire i primi acquisti online con le carte di credito e le conseguenti prime truffe.

Infatti, il codice CVV ti viene richiesto solamente quando compri online. Questo perché devi immaginare il CVV come una sorta di PIN del web. Se ci pensi, il funzionamento è identico: quando vai al negozio fisico, per finalizzare il pagamento, digiti sul terminale POS un codice PIN (a meno che non paghi contactless); la stessa cosa avviene online, ma in questo caso utilizzi il codice CVV.

L’obiettivo del CVV, dunque, è quello di aggiungere un livello in più di sicurezza durante le tue transazioni online.

Ma è sufficiente il CVV per la sicurezza online?

Ti rispondo senza tanti giri di parole: no. Il CVV ha il merito di aver creato un ulteriore livello di sicurezza, poiché non è più sufficiente ottenere soltanto il numero della carta di credito per procedere ad un acquisto.

Tuttavia, ciò non basta per alcune ragioni:

  • i truffatori professionisti, se riescono a carpire il codice della carta di credito, non hanno difficoltà a recuperare in qualche modo un ulteriore codice;
  • il CVV non ti permette di difenderti da siti malevoli e pericolosi, dato che è l’utente stesso ad inserire i dati per finalizzare l’acquisto;
  • alcuni siti non ti richiedono l’inserimento del codice CVV.

Come difendersi allora?

Ci sono alcune strategie che ti permettono di minimizzare i rischi di incappare in spiacevoli episodi. Te ne segnalo alcune:

  • la Polizia di Stato, tramite la pagina Facebook Agente Lisa, suggerisce di coprire il codice CVV con un’etichetta, in modo che nessuno, vedendo la carta fisica, possa carpire questa informazione;
  • sempre Agente Lisa invita i possessori di carte di pagamento ad attivare gli alert (SMS o notifiche push su smartphone), i quali permettono in tempo reale di scoprire movimenti sospetti sulla carta;
  • attivare ulteriori strumenti di sicurezza forniti dall’emittente della carta, come il Verified by Visa oppure il Mastercard Secure Code, sui quali preparerò per te un articolo dettagliato prossimamente;
  • utilizzare i preziosi consigli sulla sicurezza informatica che ho preparato per te in questo utile articolo.

Conclusioni

Grazie a questo articolo spero tu abbia compreso cosa sia il codice CVV carta di credito e a cosa serva.

Se lo desideri, posso aiutarti se hai altri dubbi. Scrivimi oppure commenta l’articolo senza timori!

Se ti è stato d’aiuto, non dimenticare di condividere questa pagina e diffondi Bancomaps ai tuoi amici, parenti e colleghi.

Grazie di cuore per il tempo che ci hai dedicato!


Condividi la passione per il banking!

Commenta

Commento