in Approfondimenti, Investimenti

Condividi la passione per il banking!

Lo leggi in soli 1 minuti

Fino ad ora abbiamo parlato solo e soltanto di risparmio, evitando di invitarti a investire. Questo perché noi italiani, da sempre, siamo un popolo di grandi risparmiatori, contrariamente ad altri Paesi come gli Stati Uniti, la terra delle opportunità per antonomasia. E ciò lo si può facilmente dimostrare grazie ai dati raccolti da Oval Money ed analizzati da Jeme Bocconi in un recente articolo de “Il Sole 24 Ore”.

Perché l’italiano investe poco?

I motivi possono essere molteplici e diversi, ma i principali sono:

  • la mancanza di competenze, totale o parziale;
  • lo scarso interesse verso la materia (ed è proprio questo aspetto quello che riteniamo più preoccupante in una società come la nostra);
  • il rischio (aspetto comunque da non sottovalutare).

“Il rischio nasce dal non sapere cosa stai facendo.”

Warren Buffet

In questo breve articolo vogliamo dirti alcuni motivi sul perché conviene investire anche solo una piccola parte del proprio patrimonio.

Perché conviene investire?

La risposta a questa domanda è molto semplice: perché lasciare tutti i soldi sul conto corrente significa perdere implicitamente qualche euro, tra imposta di bollo, inflazione e mancati profitti (costo-opportunità). E la diminuzione del tuo patrimonio dovuta a questo immobilismo ti assicuriamo che è matematicamente assicurata.

Se investi, invece, la certezza di un ammanco nei tuoi bilanci personali non c’è. Con i dovuti accorgimenti e con la necessaria consapevolezza, è possibile non solo evitare la sconfitta sicura, ma è anche possibile riuscire a far fruttare ciò che già possiedi.

E’ solo il primo passo che è difficile.

Marie de Vichy-Chamrond

Quindi, per concludere, il consiglio che vogliamo lasciarti è questo: investi sempre e con consapevolezza, perché solo investendo potrai avere un possibile ritorno. L’immobilismo porta automaticamente a perdere. Non parliamo solo a livello economico-finanziario, ma soprattutto a livello di conoscenza e di cultura.

Ricorda:

“L’investimento nella conoscenza è quello che paga il più alto tasso d’interesse”

Benjamin Franklin

Condividi la passione per il banking!

Commenta

Commento